Avvocato penale - Criminalita economica organizzata

avvocato penalista italiano francia Nanterre

Avvocato penale - Criminalita economica organizzata Quimper Rouen Lyon Roma Italia Noisy-le-Grand Roubaix Le Tampon Nice Milano Italia Pau Montpellier Aulnay-sous-Bois Paris Francia Francia La Seyne-sur-Mer Lione

Avvocato italiano Drancy Saint-Denis Francia Rennes Béziers Canada Paraguay Digione Brest Colmar Limoges Aix-en-Provence Roma Italia Lille Orléans Créteil Roma Italia Nancy Saint-Maur-des-Fossés Marsiglia Francia Milano Italia Nizza Tolosa Milano Italia Saint-Étienne Stati Uniti

La definizione dei crimini economici come azioni in ambito economico eseguite con il ricorso a tecnologie illecite concede inoltre allo studioso gli elementi dottrinali utili a rilevare due fattori centrali in materia di criminalità economica:

la progressiva fusione tra organizzazioni della criminalità organizzata e delinquenza economica (Savona, Lasco, Di Nicola, Zoffi 1997), da una parte, e lo sviluppo di un sempre più fitto rapporto tra le principali fattispecie di reato economico (Savona 1997b), dall’altra.

Le alleanze criminali ufficiali, in molti casi dedite alla speculazione criminale dell’area in cui sono attive (con i casi di truffa universale, il totale controllo delle licenze pubbliche e dei mercati illegali della zona) o il traffico di stupefacenti, intraprendono oggi nuovi business che contrassegnano la criminalità economica (truffe, contraffazione, ecc.), tanto più che le "tecnologie illegali", su cui si fonda il loro lavoro ordinario (reati di abuso e corruzione), divengono strumenti indispensabili per il decremento dei costi di gestione di tali business e per essere in competizione economica con gli altri concorrenti criminali.

avvocato penalista italiano francia Colombes

Contemporaneamente, le inedite possibilità per i criminali economici classici, marcate da una più ampia espansione geografica degli affari (si pensi ai casi di frode internazionale o a quelle contro le agevolazioni comunitarie) e da una più grande complessità degli iter basilari, rendono necessario, per un loro corretto impiego, il legame a organizzazioni criminali che possano operare sul piano internazionale.

Avvocato italiano Francia Ajaccio Grenoble Francia Tours Tourcoing Malta Svezia La Rochelle Nantes Olanda Belgio Repubblica Dominicana Toulouse Toulon Italia Clermont-Ferrand Regno Unito Uk Dijon Bordeaux Calais Le Mans Roma Italia Versailles Svizzera Levallois-Perret Annecy Colombes Angers Francia Lussemburgo Reims Courbevoie

Ugualmente, la maggiore problematicità delle occasioni di fare affari per la criminalità economica presume l’esigenza di gestire rapporti anche complessi di differenti azioni illecite, in cui i casi di frode, corruzione, riconversione e l’abuso sono punti fondamentali per l’esito positivo dell’azione nel suo complesso.

L’ intersecarsi di tali azioni illegali può manifestarsi come un affare di compravendita tra diverse organizzazioni criminali, producendo reali mercati di forniture di tipo illegale, o può concretarsi in accordi di cooperazione tra i differenti criminali abbastanza chiari e produttivi, o ancora può determinare l’istituzione di strutture specifiche che possono amministrare tra loro le diverse fasi dell’affare illecito.

La determinazione dell’idea di criminalità economica con il riferimento alla concezione di "tecnologia" illegale per la gestione del business, fa risaltare, in relazione alla disamina delle due impostazioni succitate, due problematiche strettamente connesse tra loro.

avvocato penalista italiano francia Issy-les-Moulineaux

In quali casi specifici la "tecnologia" illegale presuppone l’esistenza di una specifica organizzazione per essere attivata efficacemente, ossia in quali casi presuppone una suddivisione delle operazioni criminali?

Quali nessi vi sono tra le varie "tecnologie" illegali (la frode, la corruzione, l’abuso, etc.) e in base a quali parametri questi nessi vigono in una stessa organizzazione criminale, ossia appaiono come transazioni tra organizzazioni differenti?

La teoria economica della gestione dell’azienda ha sviluppato alcune tecniche analitiche per risolvere i dubbi in merito alle tecnologie lecite, ma queste strategie, se coraggiosamente esaminate, possono rivelare criteri di valutazione utili ad esaminare le "tecnologie illegali".

Il nuovo progetto per un dettagliato esame teorico della criminalità economica è ancora tutto da redigere e presuppone che gli economisti possano esaminare gli affari anche dal punto di vista del loro peso penale, e che i sociologi e i criminologi siano sempre più interessati all’analisi del contesto economico. Conoscere le idee di Sutherland è, ora più che mai, necessario!